GPS nel 2016: cosa è possibile fare oggi

GPS nel 2016: cosa è possibile fare oggi

CONDIVIDI

Se possiedi uno smartphone non hai di certo bisogno di dare la caccia al miglior navigatore satellitare in circolazione: tutti gli smartphone oggi sono, infatti, dotati di tecnologia GPS, rendendo di fatto inutile il possesso di uno strumento di navigazione a parte all’interno della propria auto. Gli smartphone con GPS consento di avere un’esperienza di navigazione unica e, spesso, sono molto meno dispendiosi dei vecchi navigatori satellitari.

La ragione la ritroviamo nella disponibilità di aggiornamenti, che sono gratuiti e forniti in tempo reale, a differenza delle vecchie mappe che erano a pagamento. A dispetto di quanto avveniva in passato il sistema GPS su mobile consente non solo di rilevare la strada migliore per raggiungere un luogo, ma collegandosi ad altre funzioni ed app scaricate sul proprio dispositivo mobile consente di ottenere, e fornire, informazioni utili per sé ed i propri cari.

Una delle app che permette di inserire il proprio dispositivo e quello dei propri cari all’interno di un unico circuito è Life 360, gratuita per la maggior parte dei sistemi operativi in commercio, fra cui Android, Apple iOS e Windows Phone. Tramite questa app è possibile localizzare i membri inseriti all’interno del circuito e chattare con loro. Simile a questa app, ma utilizzata per inviare allarmi con relativa posizione in caso di bisogno, è invece bSAFE la quale, sempre ad un gruppo di utenti precedentemente selezionato è in grado di inviare un allarme con la posizione dell’utente per renderlo identificabile e raggiungibile dagli altri. Il GPS può essere usato anche per assicurarsi della posizione di un animale domestico o di un bambino con app pensate per rendere il proprio smartphone subito individuabile da qualsiasi browser.

In ultimo, ma non meno importante è l’uso del GPS per ritrovare la propria auto in caso di smarrimento: utilizzato moltissimo dalle assicurazioni, mediante l’inserimento nell’abitacolo di un localizzatore, in questo caso l’uso del GPS sul cellulare consente di informare, con un SMS, l’uscita del veicolo da un’area precisa preventivamente segnalata al gestore, come ad esempio un garage o la via della propria abitazione